• 06.12.2017

    Malanni di stagione, la dieta ci aiuta

    Con l’arrivo della stagione invernale arrivano anche i tipici malanni: raffreddore, mal di gola, dolori alle articolazioni, influenza… Le nostre difese immunitarie non diminuiscono con il freddo, ma ci si ammala più facilmente in inverno poichè aumentano le occasioni di contagio negli ambienti chiusi, riscaldati e spesso poco arieggiati come scuole, uffici, pub e luoghi di ritrovo.

    Proteggiamo il nostro organismo
    La prevenzione è molto importante per affrontare e superare al meglio la stagione fredda, in particolare per anziani e bambini. Il cibo che consumiamo può essere un alleato prezioso nel mantenere efficiente il nostro sistema immunitario. Tuttavia, è bene ricordare che una dieta corretta deve essere mantenuta tale durante tutto il corso dell’anno, deve essere più varia possibile e deve essere parte integrante di uno stile di vita sano che preveda regolare attività fisica e abolizione del fumo.

    Quali sono i nutrienti “protettivi”?
    Se l’alimentazione è varia ed equilibrata, apporta al nostro corpo tutte le sostanze nutritive di cui necessita. Alcune sostanze, in particolare, sono in grando di aumentare le difese dell’organismo e possono essere utili nel prevenire e contrastare le malattie invernali:

    • Vitamina A, Vitamina E: sono vitamine liposolubili, antiossidanti e rafforzano le difese immunitarie;
    • Vitamina C: è una vitamina idrosolubile, facilmente deperibile perché fotosensibile e termosensibile. E’ antiossidante, antinfiammatoria e aumenta le difese imunitarie. Favorisce l’assorbimento del ferro che, a sua volta, è fondamentale per il sistema di difesa del nostro corpo;
    • Zinco: è un sale minerale, in grado di stimolare la produzione di anticorpi;
    • Selenio: è un sale minerale antiossidante, protegge le membrane cellulari e migliora la produzione di anticorpi potenziando il sistema di difesa, soprattutto se associato alla vitamina E;
    • Acidi grassi della serie Omega (3, 6, 9): contribuiscono alla corretta circolazione, migliorano le funzioni cerebrali e favoriscono il buon funzionamento del sistema immunitario.

    Malanni di stagione

    Quali consigli?
    Alcuni alimenti, per la loro ricchezza in nutrienti protettivi, dovrebbero essere sempre presenti nella dieta durante la stagione fredda.

    • È importante consumare quotidianamente 5 porzioni di frutta e verdura fresca di stagione, per garantire un apporto adeguato di vitamine e di sali minerali. Tra i frutti sono particolarmente indicati gli agrumi e i kiwi , consumati subito dopo averli sbucciati o spremuti, per non disperdere il loro contenuto di vitamina C. Tra le verdure, scegliere preferibilmente broccoli, cavoli, lattuga, cavolfiori, prezzemolo, spinaci e verdure a foglia verde scuro. È consigliato l’uso di succo di limone per condire verdure e altre pietanze, per migliorare l’assorbimento del ferro contenuto negli alimenti, anch’esso utile per potenziare le difese soprattutto contro raffreddore, tosse e mal di gola;
    • per condire i primi piatti asciutti, preferire sughi a base di verdure;
    • consumare minestroni, brodi, creme di verdure che, ben caldi, possono avere un effetto fluidificante sulle vie aeree superiori;
    • come secondi piatti, alternare il consumo di pesce, legumi e formaggi e uova a quello delle carni, per garantire adeguati apporti di acidi grassi essenziali, come zinco e selenio;
    • nella preparazione delle pietanze, utilizzare abbondantemente le erbe aromatiche (rosmarino, alloro, basilico…) e le spezie (peperoncino, paprica, curcuma, zenzero…), preziosissime fonti di sostanze antiossidanti ed antinfiammatorie;
    • per condire, utilizzare moderate quantità di olio extra vergine d’oliva o di olio di semi di girasole o di mais, buone fonti di vitamina E;
    • mantenere una buona idratazione giornaliera, non solo con un adeguato apporto di acqua (pari a 8-10 bicchieri al giorno), ma anche con infusi, té e tisane.

    Per saperne di più: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_5_allegato.pdf